Regole di sicurezza per la pubblicazione dei risultati

Le scoperte realizzate grazie all’esame complessivo di tutti i dati raccolti saranno pubblicate esclusivamente su riviste scientifiche. Dai risultati pubblicati non sarà in alcun modo possibile risalire al singolo partecipante o alla sua famiglia. I risultati delle analisi svolte sono pubblicati sempre e solo in modo da evitare il rischio di identificazione di famiglie, individui e gruppi, e da non avere un impatto negativo né sulla comunità né sui singoli individui.

Proprietà intellettuale

L’Istituto di biomedicina si riserva di chiedere la proprietà intellettuale relativamente ai risultati di ricerca raggiunti o a eventuali scoperte e invenzioni. Nel caso di progetti condivisi, l’Istituto di biomedicina condividerà tale riconoscimento in base alle norme contrattuali relative ai singoli progetti.

Risultati, profitti e benefici

L’Istituto di biomedicina è un ente non profit con una sostanziale partecipazione di finanziamento pubblico e segue tutte le regole per l’utilizzo dei fondi previste dalle normative nazionali ed europee.

Non sono previsti profitti dallo studio CHRIS. Nel caso in cui si concretizzasse la possibilità di ricavare profitto dai risultati, l’Istituto di biomedicina si impegna a investire il ricavato in iniziative a favore della ricerca sul territorio e della salute pubblica.