A cosa bisogna fare attenzione prima degli esami?

Il programma durerà circa 4 ore, durante le quali sarà effettuato un prelievo di sangue, la raccolta delle urine, diversi esami clinici, e le sarà sottoposto un questionario sulla salute, e sulle sue abitudini di vita e sui farmaci assunti abitualmente.

Per questo motivo chiediamo di:

  1. Restare a digiuno dalle ore 20:00 del giorno precedente l’appuntamento. Ovviamente può cenare senza problemi, ma Le chiediamo di non mangiare nulla dopo cena e di saltare la colazione a meno che non abbia esigenze particolari legate a una condizione come il diabete e/o all’assunzione di farmaci particolari. Beva abbastanza acqua. Al Centro CHRIS Le chiederemo un campione di urina (non va portata da casa). Dopo l’esame del sangue, le verrà offerta la colazione.
  2. Presentarsi con abiti comodi (alcuni esami richiedono di rimanere solo in abbigliamento intimo).
  3. Evitare di indossare gioielli, piercing, orecchini e simili.
  4. Se necessario, portare occhiali da vista e apparecchio acustico.
  5. Nel caso in cui porti lenti a contatto (morbide o rigide), La preghiamo di toglierle almeno dalle 20:00 del giorno precedente l’appuntamento.
  6. Portare le confezioni di tutti i medicinali che Lei ha assunto negli ultimi 7 giorni o che comunque assume regolarmente.

Le chiediamo inoltre di portare con sé o di annotare le seguenti informazioni:

  • Il suo Codice Fiscale (portare la tessera sanitaria).

Se ci fossero domande o problemi prima dell’appuntamento, preghiamo di contattarci al numero 0471 055502 o per e-mail all’indirizzo: info.chris@eurac.edu

Se ci fossero problemi il giorno dell’appuntamento, preghiamo di contattare il numero 0473 735101 (Centro CHRIS di Silandro).


Dove vengono fatti gli esami?

Centro di studio CHRIS presso ospedale di Silandro al primo piano.

I controlli previsti dalla seconda fase di CHRIS

Durante la visita il partecipante sarà invitato sottoporsi ad alcuni esami di routine. Si tratta di esami che fanno parte dei normali programmi di prevenzione, e di altre misurazioni che non hanno una valenza clinica ma sono di carattere prettamente scientifico. Le misurazioni con valore scientifico non avranno un referto perché non hanno un significato immediato per la salute del partecipante. Tutte le misurazioni saranno effettuate da personale adeguatamente formato.

I controlli previsti dalla seconda fase di CHRIS

Durante la visita il partecipante sarà invitato sottoporsi ad alcuni esami di routine. Si tratta di esami che fanno parte dei normali programmi di prevenzione, e di altre misurazioni che non hanno una valenza clinica ma sono di carattere prettamente scientifico. Le misurazioni con valore scientifico non avranno un referto perché non hanno un significato immediato per la salute del partecipante. Tutti i controlli saranno eseguiti da personale specializzato.

Misurazioni che possono avere un valore clinico (i partecipanti riceveranno il risultato):

• analisi del sangue (prelievo massimo 60 ml)
• analisi delle urine
• elettrocardiogramma della durata di 10 secondi
• misurazioni antropometriche (peso e altezza)
• misurazione della pressione arteriosa
• in un sottogruppo di partecipanti: misurazione della pressione intraoculare
(si riceverà un risultato solo in caso di misurazioni sopra il livello di
guardia)
• misurazioni dello spessore intimo mediale carotideo (si riceverà un risultato
solo in caso di misurazioni sopra il livello di guardia) e rilevazione di
placche carotidee.

Misurazioni di carattere scientifico (non si prevede la comunicazione di risultati):

• elettrocardiogramma della durata di 12 minuti
• in un sottogruppo di partecipanti: esame della funzionalità visiva, errore
refrattivo oculare, angiografia della retina mediante OCT e oftalmoscopia
laser a scansione confocale
• misurazione della composizione corporea mediante impedenzometria
• valutazione della salute vascolare mediante misurazione dell’indice ABI e
velocità di propagazione delle onde di polso
• in un sottogruppo di partecipanti: analisi della sensibilità a stimolazioni
degli arti superiori
• valutazione del tremore a riposo, posturale e dinamico
• test della capacità olfattiva
• spirometria per la misurazione del volume e della capacità espiratoria forzata
• misurazione della forza di presa della mano
• rilevazione dell’attività fisica e delle fasi di sonno mediante accelerometro
da polso da portare per una settimana.

Resta inteso che, qualora si presentassero risultati inattesi rilevanti per la salute, l’informazione sarà tempestivamente data al partecipante in base alla modalità espressa nel consenso informato, indipendentemente dalla natura clinica o scientifica delle misurazioni.

Alcuni controlli in dettaglio

Analisi dei parametri del sangue

Verranno misurati parametri standard come la glicemia, il colesterolo, i valori
tiroidei. Gli esami verranno eseguiti direttamente dall’ospedale di Merano che
ne terrà copia nella cartella del paziente come di routine.

Misurazioni antropometriche

Si prevede la misurazione di peso e altezza per determinare l’indice di massa
corporea e del rapporto vita-fianchi. La composizione corporea, cioè il rapporto
tra massa muscolare, massa grassa e liquidi, sarà misurata tramite l’analisi
di impedenza bioelettrica.

Elettrocardiogramma e misurazione della pressione arteriosa

Saranno eseguiti due elettrocardiogrammi (ECG) consecutivi, uno standard
della durata di 10 secondi e uno della durata di 12 minuti. La pressione arteriosa
sarà misurata contestualmente all’ECG. Ciò permetterà ai ricercatori di
osservare il rapporto tra sistema vascolare e cardiaco. La pressione arteriosa
sarà misurata anche nella posizione standard da seduti.

Valutazione della salute vascolare

(Henry Gray (1918)  Anatomy of the Human Body) 

Si eseguirà un’ecografia dell’arteria carotidea nella regione comune e nel bulbo della carotide interna (vedi immagine). Nella sezione comune si misurerà lo spessore della parete intimo-mediale. Le immagini potrebbero essere usate per valutare la presenza di placche, le quali potrebbero essere indicazione di aterosclerosi. Alterazioni strutturali della parete arteriosa sono tipiche dei processi di invecchiamento. È importante sottolineare che non sarà effettuato un esame completo di tutta l’arteria carotidea. Pertanto, l’assenza di placche o uno spessore normale nel punto misurato non possono escludere la presenza di eventuali anomalie in altri punti della carotide.

  

Indice caviglia braccio

Sarà misurato l’indice caviglia-braccio utilizzando il metodo non invasivo della fotopletismografia. L’indice caviglia-braccio è un utile indicatore della fluidità circolatoria generale ed è studiato come indicatore di possibile rischio cardiovascolare. La rigidità o flessibilità dei vasi sanguigni sarà invece valutata misurando la velocità di propagazione delle onde di polso nelle arterie. La velocità di propagazione sarà misurata sia dal braccio alla caviglia che dalla carotide al femore. Pertanto, questa misurazione prevede l’applicazione di bracciali gonfiabili agli arti e di un collare gonfiabile a livello della carotide.

Valutazione del tremore

Il tremore patologico è un movimento involontario, ritmico e oscillatorio di
una parte del corpo intorno alle articolazioni che può compromettere le attività
della vita quotidiana o essere motivo di disagio. Sarà effettuata una valutazione
strumentale di diversi tipi di tremore. Il disegno della spirale di Archimede,
già eseguito nella prima fase dello studio CHRIS, è un metodo consolidato in
clinica per la rilevazione e la quantificazione del tremore dinamico. Seguirà
una breve procedura per valutare la presenza di tremore a riposo, durante le
fasi posturale e di transizione.

Test della capacità olfattiva

È tuttora oggetto di studio se una ridotta capacità olfattiva possa essere sintomo precoce di neuro degenerazione. Sarà eseguito lo stesso test olfattivo già eseguito durante la prima fase che consiste nel distinguere tra diversi tipi di odori legati alla vita quotidiana.

Esame della funzionalità visiva e fotografia della retina

L’analisi della retina sta emergendo come un possibile approccio non invasivo
per valutare lo stato di salute generale, utile a valutare la salute del sistema
cardiovascolare e a diagnosticare precocemente patologie del sistema nervoso
centrale. In un sottogruppo di partecipanti sarà eseguito l’esame della microcircolazione
della retina che potrebbe fornire importanti informazioni riguardanti
la struttura e la funzionalità dei vasi, rivelando anomalie del flusso sanguigno.
I partecipanti saranno sottoposti a un esteso esame dell’occhio che
comprenderà una fotografia ad alta definizione della retina, un’oftalmoscopia
laser a scansione confocale e un’angiografia. Saranno inoltre eseguite misurazioni
dell’acuità visiva, della sensibilità al contrasto, dell’errore refrattivo e
della pressione intraoculare. Tali esami non hanno valore clinico per il partecipante.
Tuttavia, qualora emergessero risultati inattesi indicanti un rischio
per la salute dell’occhio, il partecipante sarà informato.

Analisi della sensibilità a stimolazioni degli arti superiori

(può essere eseguita in un sottogruppo di partecipanti)

Nell’ambito della ricerca scientifica sulle cause del dolore cronico, condizione sempre più diffusa nella vita moderna e con l’invecchiamento della popolazione, si eseguiranno alcuni semplici test per definire un profilo di tolleranza a stimoli cutanei o leggero dolore. La scienza ha infatti osservato che la sensibilizzazione periferica (esempio: mani) a seguito di danni alle strutture nervose periferiche rappresenta il primo anello di una complessa “catena di cronicizzazione”, cioè di un percorso che può diventare cronico. Si eseguiranno una serie di test sul dorso della mano del partecipante al fine di determinare diverse risposte sensoriali. In particolare, si applicherà uno stimolatore termico per definire la soglia di tolleranza al freddo e al calore. Come nella prima fase dello studio CHRIS, si eseguirà un test della compressione mediante algometro, che verrà applicato all’eminenza tenare della mano (muscolo situato alla base del pollice). Si eseguiranno infine quattro rapidissimi test per verificare se il partecipante percepisce il contatto con oggetti vibranti, o con oggetti di forma e consistenza diversi.

Altri esami di indicatori della salute generale

La forza di presa della mano è un indicatore generico dei processi di invecchiamento
ed è stata associata a riduzione di massa ossea e aumento del rischio di fratture vertebrali. Durante la visita al centro CHRIS sarà misurata la forza di presa su entrambe le mani mediante un dinamometro digitale. Sarà inoltre misurata la funzionalità respiratoria che sarà quantificata come indice espiratorio forzato.

Misurazioni strumentali da eseguire dopo la partecipazione

Accelerometro da polso

L’attività fisica è un comportamento complesso con diverse ricadute sulla salute. Un semplice questionario non è sufficiente a riassumere in modo accurato l’attività fisica di una persona. Ai partecipanti sarà quindi proposto di monitorare la loro attività fisica nel corso della settimana successiva alla visita al centro CHRIS, indossando un accelerometro da polso. L’accelerometro consentirà di rilevare l’attività fisica in modo continuativo, non invasivo e oggettivo, e servirà anche per valutare le caratteristiche e la durata del sonno. Il dispositivo andrà indossato al polso e dovrà essere riconsegnato o recapitato al centro CHRIS al termine delle misurazioni, secondo le istruzioni che verranno date.

Raccolta di dati sulla salute mediante smartphone

Sarà possibile installare una applicazione (app) sul proprio smartphone che ci permetterà di raccogliere dati sulla salute. Accedendo all’applicazione, il partecipante
potrà rispondere a questionari o utilizzare altri tipi di sistemi di raccolta di dati anche dopo la visita al centro CHRIS. È importante sottolineare che l’applicazione installata non trasmetterà dati in modo automatico. La trasmissione dati sarà possibile solamente accedendo attivamente all’applicazione e inviando al centro CHRIS volontariamente, di volta in volta, le informazioni richieste. Il team CHRIS presso l’Ospedale di Silandro aiuterà il partecipante a scaricare l’applicazione.